IDEA VOLLEY ASD

Una Idea da vivere

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IV U16 P 2016-17 2017-02-26 Cronaca di 2 giorni Super:

E-mail Stampa PDF

Cronaca di 2 giorni Super

Si parte per Abano terme alle 17 di venerdì dal Palamargi e si va a partecipare al Torneo Campesan che indiscutibilmente è il più importante torneo italiano per la categoria Under 16, si parte con tre obiettivi:

  1. continuare a migliorarci giorno dopo giorno per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che ci siamo prefissati,
  2. migliorare il piazzamento dell'anno scorso,
  3. evitare di essere fermati dalla polizia in autostrada, così da arrivare per cena puntuali.

In verità il secondo obiettivo e già stato praticamente ottenuto ancora prima di partire in quanto nel 2016 ci eravamo piazzati sedicesimi e questo anno ci sono solo 16 squadre anziché 24 quindi obiettivo raggiunto...o almeno eguagliato!

Partenza puntuale e con i pulmini pieni di diesel puntiamo diritti verso il Veneto, sosta ad Altedo per raccattare la Bughi e le merende per i giorni successivi e via di nuovo verso la città termale.

IV-P_U16_2017-02-26All'altezza dello svincolo di Rovigo ecco apparire la sagoma della macchina della polizia ferma sulla destra: Albo alla guida ha un brivido lungo la schiena, spegne la radio e ordina "tutte ferme, c'è la polizia" in un baleno le ragazze si ghiacciano e rimangono immobili come dei manichini in una vetrina in allestimento, dopo 10 secondi come in un film americano Albo dice con un filo di voce "ci stanno seguendo??" Dopo un interminabile silenzio arriva dall'ultima fila una vocina "no!" ... uauuuuuuuu abbiamo già ottenuto anche il terzo obiettivo e soprattutto abbiamo salvato la cena!

Arriviamo puntuali verso le 19 all'hotel e dopo aver mangiato e fatto un giretto andiamo a dormire perché la sveglia sarà l'indomani alle 6:30.

Il girone nel quale siamo inseriti è il girone D dove figurano le squadre del Signe Firenze, delle padrone di casa delle Ali Padova e le campionesse uscenti della Foppapedretti Bergamo.. insomma da far tremare i polsi ma siamo poi qui per questo no?! Per fare partite di livello..

Ore 9:00 iniziamo con la Foppa, noi scendiamo in campo con Matilde al palleggio in diagonale con Bughi, Gaia e Rebe di banda , Blu e Sara al centro, il libero è Sarina, di la' c'è una ragazza creola che si presenta in riscaldamento tirando una bomba nei tre metri in parallela, incrocio un paio di sguardi terrorizzati ma dico " ragazze il riscaldamento conta niente" e lei alla prima palla ne tira un'altra simile ma in diagonale.. ok 1-0 per loro.. le nostre però non si disuniscono anzi iniziano a martellare la ricezione delle bergamasche che non reagiscono, il 25-19 è meritato, Inizia il secondo set e sul 10 pari Gaia scende da un salto e sente una fitta al ginocchio, ghiaccio e maledetta sfortuna, entra Virginia, la squadra continua a macinare gioco e il set si conclude 25-16.. 2-0 meritato e come inizio non c'è male, abbiamo battuto una squadra che ha la prima squadra in serie A.

Cambiamo palestra e andiamo contro le Ali Padova che hanno appena piallato le fiorentine per 2/0, Sergio the coach stravolge il sestetto, si inizia con Alice al palleggio, Carly opposta, Sara e Giulia al centro e Rebe e Vivi di banda, il libero è Anna, le ragazze viaggiano e sono bellissime da vedere, battono, difendono e murano ( Carly ne da tre al loro migliore attaccante) vinciamo 2/0 e la mattina diventa indimenticabile, esco dalla palestra con il sorriso dei successi più belli e i nostri genitori supporter sono tutti dal Camper del signor Ricci a far un aperitivo .. impossibile non unirsi! Evviva!!

A tavola per pranzo siamo già ai calcoli su chi ci tocchera' nei quarti di finale delle ore 17.30 .. in Volley Chieri? Luijo Modena? Comunque sia un altro settore giovanile di squadre di Serie A.. però prima bisogna battere anche il Signe Firenze gruppo giovane ma da non sottovalutare.

Sergio parte con Mati al palleggio e Carly opposta, Blu e Giulia al centro, Vivi e Bughi  di banda e Anna libero, nel secondo set entrano Alice per Mati e Sarina per Anna, tutto tranquillo vinciamo ancora 2/0 ma l'attenzione è tutta sullo smartphone di Babi che ci aggiorna sul prossimo avversario che alla fine sarà In Volley Chieri.

2 mesi fa abbiamo già battuto Chieri alla winter cup ma di solito questi ricorsi storici non portano bene, nel riscaldamento si fa a gara a chi urla più forte dopo ogni schiacciata e la tensione è altissima, iniziamo con Aly palleggiatrice e Bughi opposta, Rebe e Vivi di banda, Blu e Sara al centro e Sarina libero, Chieri è una squadra rognosa, combatte su ogni pallone, ha un gioco più vario di altre squadre e quando ricevono bene facciamo fatica a raddoppiare il muro, in un momento decisivo del set Rebe si trova sola muro contro il loro temutissimo opposto, stampatona stile Juantorena e pubblico in visibilio, vinciamo il primo ma nel secondo partiamo peggio e loro un po' ci scappano, le andiamo a riprendere e la differenza la fa ancora il muro, solo che stavolta a murare è la meno alta della truppa , Alice , che con 2 muri consecutivi scava un fossato tra il Chieri è la semifinale.

2/0 per noi, chiudiamo la giornata con 4 vittorie e 0 sconfitte , 8 set vinti e 0 persi, Albo si stropiccia gli occhi lucidi, Babi è cresciuta 10 centimetri e Sergio è calato 10 chilogrammi.. siamo esausti ma siamo in semifinale, tra le prime 4 del torneo più importante d'Italia.

Doccia, cena e nanna, domani ci aspetta l'Igor Novara in semifinale.

Solita sveglia alle 6:30, colazione e via verso la palestra, entriamo in campo per il riscaldamento prima noi, poi entrano loro e ci sfilano di fianco, la metà sono più alte di me e una mi mangia in testa tranquilla.

Durante il riscaldamento dolore alla schiena per Sarina che non sarà del match, recuperiamo invece Gaia che inizia la partita insieme a Rebecca di Banda a Mati e Bughi in diagonale palleggiatore/opposto e a Blu e Sara al centro , Anna da libero si butta nella mischia comportandosi da veterana.

Decidiamo di non giocare troppo al centro per evitare le loro giganti e la scelta paga soprattutto perché Bughi, Gaia e Rebe sono imprendibili per la loro difesa, vinciamo il primo a 23 e il secondo a 17 chiuso con un primo tempo di Sara, siamo in finale, tutte le ragazze si abbracciano increduli ma felici e anche le transenne non reggono all'invasione di campo dei genitori.

Rientriamo in albergo e gonfi come dei tacchini ci prendiamo i complimenti di tutti! Anche le signore della portineria fanno il tifo per noi, chi ci aspetta in finale?! Il VolleyRo' di Roma , campione di Italia, una società che in questi anni ha investito tantissimo sul giovanile e che fa scorpacciata di scudetti a livello Under 16 e Under 18, per intenderci noi siamo tutte di Bologna e provincia , loro non ne hanno tante di Roma, ma chiaramente sono possibilità diverse ed entrambe le società cercano di fare il massimo con le risorse che hanno.

La finale in un torneo così prestigioso è una esperienza emozionante al massimo, tantissima gente, il palazzetto enorme, l'inno nazionale, lo starting-six cose a cui farebbero fatica ad abituarsi anche atleti navigati e i nostri 13 errori nel primo set perso a 14 ne sono una conferma, il secondo però è un set diverso dove riusciamo a essere anche in vantaggio e la sconfitta a 22 ci lascia l'amaro in bocca, il terzo è un monologo romano, Sergio prova a mischiare le carte inserendo tutte le giocatrici a sua disposizione ma l'inerzia del match è a favore delle più forti giocatrici del VolleyRo, cosa fanno meglio loro delle altre squadre?! Sicuramente la battuta e di conseguenza anche la ricezione, inoltre sono in grado quando si trovano in difficoltà di risolvere la situazione facendola diventare spesso a loro favore, brave, molto brave e successo meritato per loro.

Alla fine, qualche lacrima, ma non troppe, del resto,  e qui si torna al primo obiettivo, siamo venuti per migliorare e continuare il lavoro iniziato ad agosto, direi che anche questo obiettivo è stato centrato e quindi la trasferta è stata ipersuperstrapositiva!

Da direttore tecnico sono pieno di orgoglio per questo gruppo di #bimbeterribili , per lo staff di tecnici in primis Sergio e Barbara e di dirigenti sia di Idea Volley che del Progresso Castelmaggiore che lavorano insieme a me, orgoglioso anche dei genitori, disponibili e pazienti, che fanno il tifo sportivamente, cosa riconosciuta anche dalla speaker della finale, centreremo l'obiettivo delle Finali Nazionali Under 16 a Matera? Non lo so, non lo posso sapere, uscire da una regione come l'Emilia Romagna è sempre una impresa e quando si fa pallavolo con i giovani le variabili sono infinite, ma statene certi questo gruppo ci proverà con tutte le forze.

Albo

You are here: U16 Reg. - C Progresso IdeaVolley IV U16 P 2016-17 2017-02-26 Cronaca di 2 giorni Super: