IDEA VOLLEY ASD

Una Idea da vivere

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
IdeaVolley NewsLetter 11/05/2013
Oggetto: IdeaVolley NewsLetter 11/05/2013
Data invio: 2013-05-10 15:25:31
Invio #: 58
Contenuto:

_IdeaVolleyTricolore

.

Novità dal mondo IDEA Volley

Camp_2013_1

Camp_2013_2


Happy Hand 2013

31 Maggio 1-2 Giugno 2013 Monte San Pietro e Riale (Bologna)

happy_hand_logoLaura Rampini e Gianni Sasso, la sfida oltre ogni limite. Saranno questi due campioni le stelle della terza edizione di Happy Hand Giochi senza barriere, che si svolgerà a Monte San Pietro e Riale (Bologna) nel primo weekend di Giugno 2013. La manifestazione, definita per l'originalità della sua formula su Social Sport di Gazzetta.it “il miglior avvenimento mai realizzato su sport e disabilità”, teorizza attraverso lo sport l'inclusione sociale delle persone disabili, pertanto nella tre giorni di sport, arte, spettacolo persone disabili e normodotate gareggeranno insieme. Proprio per questa ragione sarà dato ampio spazio alle discipline che si fondano appunto nel concetto di “sport insieme” o “integrato”, come il baskin, il sitting volley, l'InSoccer e l'arrampicata. Laura Rampini, l'unica paracadutista paraplegica al mondo sarà presente con una troupe cinematografica che sta ultimando le riprese del film sulla sua vita: ha oltre 300 lanci all'attivo, è pilota di kart e ha fondato Liberamondo, un'associazione specializzata nel turismo per persone disabili. Happy Hand ospiterà l'anteprima nazionale dello spot sulla disabilità che sarà proiettato nelle sale cinematografiche italiane.
happy_hand_1

Gianni Sasso, testimonial dell'edizione 2013, è il detentore del primato mondiale di maratona con le stampelle, 4ore e 28', stabilito lo scorso anno alla Maratona di Amsterdam. Sasso, che sta preparando l'avventura paralimpica nel Triathlon, è anche la stella della Nazionale italiana di calcio amputati, che domenica 2 Giugno svolgerà nel contesto di Happy Hand un collegiale di allenamento. Gli atleti, capitanati dal giovanissimo Francesco Messori, si cimenteranno anche nell' InSoccer, in formazioni miste disabili/normodotati, il gioco del calcio per tutti nato tre anni fa a Happy Hand.

Happy Hand è la realizzazione di un'idea semplice: abbattere la barriera che divide lo sport olimpico da quello paralimpico. Per gli organizzatori della manifestazione contano solo le persone, a prescindere dalle categorie.

Cuore e cervello riscrivono quotidianamente i nostri limiti, ci aiutano a superarli, a rimettere in gioco le certezze, a fare squadra insieme. Per questa ragione non ha senso parlare di abilità e disabilità.

Il successo delle due precedenti edizioni ha travolto anche noi organizzatori. I Numeri non dicono tutto, ma sono una medaglia da esibire con orgoglio: 4000 mila persone circa hanno risposto all'appello presso i centri sportivi “Jesse Owens” di Ponte Rivabella e “Filippetti” di Riale, con oltre 1000 atleti che si sono alternati sui campi di gara.

Nell'ambito di Happy Hand e in collaborazione con due eccellenze assolute nella riabilitazione, il Montecatone Reahabilitation Institute e il Centro Protesi Inail di Vigorso, abbiamo creato il Potential Day, che vede nello sport la terapia di sostegno per riemergere dal trauma. Gli ospiti di questi due centri hanno la possibilità di provare alcune discipline sportive, accompagnati dai nostri istruttori in questo viaggio alla scoperta del campione che c'è in ognuno di noi.

La ricetta di Happy Hand è anche il confronto di grandi campioni con la disabilità e di atleti disabili che raccontano le proprie esperienze di vita, dell'importanza dello sport per ricostruire l'autostima e un percorso di risalita dopo l'evento traumatico. Happy Hand nasce dalla volontà di due associazioni che a vario titolo operano nel sociale e nello sport: la Polisportiva Monte San Pietro e il Willy The King Group, creato dagli amici per sostenere William Boselli, tetraplegico. A loro si sono affiancati la Polisportiva Zola e i Mauro's Boys, giovani che si sono associati per promuovere lo sport e la solidarietà nel nome di Mauro Giusti di Zola Predosa, afflitto da tetraparesi spastica.happy_hand_2
Danza in carrozzina, Baskin, InSoccer tra gli sport in programma a Happy Hand 2013 Nella giornata di Sabato 1 Giugno il palazzetto di Ponte Rivabella, intitolato a Jesse Owens, ospiterà l'Old Stars Game di basket con i campioni che hanno assicurato la loro partecipazione. Volti cari ai tifosi come Sasha Djordjievic, Massimo Iacopini, John Douglas, Nino Pellacani, Max Aldi, Claudio Pilutti, Dan Gay, Paolo Moretti, Eugenio Capone, Matteo Lanza, Daniele Albertazzi, Achille Gelsomini, Carlo Della Valle, Mauro Di Vincenzo, Giancarlo Giarletti, Maurizio Ragazzi, Luciano Tommasini, Moris Masetti, Riccardo Morandotti, Giovanni Diana, Davide Visigalli, Stefano Tosi, Claudio Bonaccorsi, Luca Silvestrin.

Sabato sera, per la consacrazione dell'InSoccer, il calcio integrato nato a Happy Hand tre anni fa, due formazioni composte dagli atleti della nazionale amputati e dai campioni dello sport, si affronteranno in un match esibizione nello stadio.

Il giorno successivo, domenica 2 Giugno, per la prima volta Happy Hand ospiterà l'All Star Game di Volley femminile, con le migliori giocatrici dell'area bolognese dalla A1 alla B2. Inoltre, come è peculiarità dei nostri giochi senza barriere, metteremo seduti i campioni e li vedremo sfidare gli eroi del basket in carrozzina, o li mescoleremo con gli Overlimits guidati da coach Marco Calamai che da oltre 20 anni contrasta con lo sport di squadra l'esclusione dettata dal disagio mentale.
happy_hand_3 

Giovanili IdeaVolley

U14 & III Div
Campionato Regionale
semifinale regionale Vip vs Idea Volley 3-1


Domenica 5 maggio alle ore 10.00 al Palagira di Ozzano il percorso più che soddisfacente e pieno di emozioni è purtroppo terminato.

Si possono fare mille considerazioni in merito alla partita, ai meriti e ai demeriti della squadra e dello staff, considerazioni che mi sembrano inutili e soprattutto che sminuiscono il grande impegno di tutti per arrivare dove siamo arrivati . Certo per un attimo abbiamo sognato, quel set vinto ci ha fatto sperare di salire ancora un gradino sul podio ma non è stato così , qualche lacrima in campo alla fine della partita tra dispiacere, rabbia e delusione. Ma il bello dello sport è che insegna anche a superare le difficoltà e le delusioni e così per mandare giù quel boccone amaro tutti insieme a mangiare una pizza e a ritrovare il sorriso aspettando la finale e le premiazioni. ...

Notizie dalle squadre territoriali


_VB_1 _GGTPA_1 _Brandani_1

 

.

Your Subscription:

D. Lgs 196/2003 sulla tutela dei dati personali.
Questa comunicazione in formato di posta elettronica contiene informazioni confidenziali rivolte esclusivamente al destinatario indicato. L'uso, la diffusione e la copia di questa e-mail da altri che il destinatario non è autorizzata. Gli indirizzi e-mail presenti in archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nel mio archivio.
Nel caso le queste comunicazioni non fossero di vostro interesse, sarà possibile richiedere la cancellazione dell'indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione
.

Idea Volley Associazione Sportiva Dilettantistica
via Gesso 26, c/o Centro Sportivo " E. Filippetti “ - Zola Predosa
/ promo@ideavolley.it / ufficio_stampa@ideavolley

You are here: Home